• Ansia,  Le nostre ricette

    Grazie per i cookies, Mr. Stout

    Attorno a me non c’è nulla, regna un vuoto spiazzante. La vastità della terra brulla si perde in ogni direzione, confondendosi in miraggi tremolanti nel punto di congiunzione con l’orizzonte. In alto il sole è talmente infiammato che sembra inondare lo spazio sopra di me, è ustionante. Difficile dire che ore sono.Mi siedo, il suolo scotta e si sbriciola quando appoggio i palmi. Le labbra sono crepate, la bocca impastata.Sono di nuovo da solo. “Bentornato, viaggiatore.” Una voce scivola alle mie spalle.Mi volto, un uomo dall’espressione distesa mi sorride, osservandomi a braccia conserte.“E tu chi saresti?” domando. Più lo fisso più mi sembra di sentire la testa pesante.“Mi sorprende di…

  • Le nostre ricette

    I diari del lievito: giorno 5 – Panini alla mozzarella

    Oooh là. Francesca, in questo periodo sei diventata proprio una brava donnina di casa! Davvero, non lo sono mai stata. Il massimo della cucina per me è sempre stato abbinare due ingredienti e basta. Non so, robiola e salmone affumicato, ad esempio. Per le occasioni particolari mi sono sempre cimentata nei dolci, quello sì, ma a parte questa eccezione, soprattutto quando si trattava di cucinare per me stessa non ho mai avuto né l’ispirazione né il tempo per mettermi ai fornelli e provare a fare qualcosa.Ma l’isolamento forzato è riuscito nell’impresa di cambiarmi definitivamente.Ora a qualsiasi ora del giorno (e della notte) nel mio piccolo appartamento vengono testate una quantità enorme di…

  • Le nostre ricette

    I diari del lievito: giorno 4 – La pizza

    Giorno 4, davvero?Seriamente, è la prima volta che riusciamo ad essere così costanti in qualcosa. Solo una pandemia globale poteva rimetterci così tanto in riga.Sarà che in questa Italia in stasi un po’ tutti si sono scoperti panificatori, a noi decisamente ha come ridestato un amore di vecchia data.L’amore per prendersi le cose con la giusta calma, l’amore per le cose che crescono e che si creano con le nostre mani…Beh, cosa c’è di meglio di una pizza per noi italiani, quindi?Una lievitazione così lenta che se le avessimo ordinate d’asporto ce ne saremmo mangiate almeno venti. Ma questi sono dettagli dopotutto.Vi assicuriamo che ogni ora in più che vorrete…

  • Ansia,  Le nostre ricette

    Pasquarantena!

    Tre luoghi diversi diversi di Bologna, tre blogger, tre portate, un unico menù?Vi assicuriamo che è possibile, e noi della redazione di Burro & Ansia oggi vogliamo farvi gli auguri a modo nostro, dimostrandovi che con un po’ di buona volontà si riesce a stare vicini nonostante tutto. Ognuno di noi si è dedicato ad un piatto della tradizione bolognese: a Selena è toccato il primo, a Davide il secondo e a Francesca il dolce. Purtroppo nessuno ha potuto assaggiare quello degli altri due, ma crediamo che questo triste dettaglio ci abbia salvato dall’ondata di colesterolo che solo la cucina di Bologna sa regalare. Pronti ad addentrarvi nel nostro grasso…

  • Le nostre ricette

    I diari del lievito: giorno 3 – Muffin salati

    Sono qui, sola, sdraiata sul letto esattamente in corrispondenza della luce del raggio di sole che entra dalla mia finestra. Ormai è un appuntamento fisso in queste giornate di quarantena, mi regala un po’ di respiro. Oggi “inizia il ponte” e mi sono alzata alle 11. Con molta calma ho preparato il caffè latte e mangiato un paio di biscotti, cosa che mi ha permesso evidentemente di arrivare alle 17.40 senza pranzare. Anche se ammetto di stare molto bene qui a fare la lucertola sento che un po’ di fame comincia ad arrivare. Cosa potrei preparare però di veloce e sfizioso? E soprattutto, cosa potrebbe aiutarmi in queste giornate tutte uguali in…

  • Le nostre ricette

    STAY HOME & MAKE RAVIOLI

    Ormai il primo mese di quarantena è andato. La sanità mentale delle persone comincia a vacillare.L’unica cosa che posso fare per ripristinare un po’ l’onore dei miei avi, quei maledetti mangia pipistrelli, è proporvi la ricetta dei ravioli di casa. L’IMPASTONon vi so quantificare in quanti possano mangiare con queste quantità, dato che ho visto persone fare la dieta clorofilliana e mangiarsi una spadellata di 20 ravioli. Gli ingredienti:500g farina 00250ml acquaPizzico di sale. Lavatevi le mani.Mescolate farina e sale, aggiungete acqua e cominciate ad impastare (se non lo sapete fare cliccate qua). L’impasto deve essere uniforme e liscio a fine dell’operazione. Se è appiccicoso aggiungete un poco di farina…

  • Ansia,  Le nostre ricette

    I diari del lievito: giorno 1 – Pane

    Per la serie “sono in isolamento senza un’impastatrice” ecco una ricetta di pane comodo senza impasto, quindi senza impazzire con incordature e senza dover mettere alla prova i muscoli che non ho, presa direttamente dal blog di Benedetta (link qui).In questi giorni di isolamento in cui lo smartworking e Netflix la fanno da padrone, mi piace molto cimentarmi in queste ricette in cui le lievitazioni sono più lunghe.Tanto non ho vincoli di orario (non credo che il consueto appuntamento con la Nintendo Switch rientri in questa categoria), quindi posso tranquillamente impastare alle sette del mattino o infornare cose all’una di notte senza che la mia vita non venga sconvolta in…

  • Le nostre ricette

    I diari del lievito: giorno 2 – Focaccia

    Lo sappiamo che è domenica e che tutti state impastando, ma al contrario delle settimane normali per molti di voi domani sarà solo l’inizio di un altro weekend (per me che sono in smartworking significa invece cercare di alzarsi ad un orario umano e svolgere diligentemente tutto il lavoro che devo fare). Per questo vi lascio questa ricetta facile facile per animare le vostre giornate con una morbidissima focaccia! Voi cosa state cucinando? Qui la ricetta originale:, ma io ho optato per un diverso condimento. Ingredienti:450 g di farina400 ml di acquaun cucchiaio raso di saledue cucchiaini di zuccherodue cucchiai di olio di olivauna bustina di lievito di birra disidratato…

  • Ansia,  Le nostre ricette

    Canto di Capodanno – Capitolo Due

    Qualcosa mi schiaffeggia. Che giorno è? Dove mi trovo? Per quanto sono stato incosciente? Sarà caduto il governo? I jeans a vita alta saranno di nuovo passati di moda? Vengo schiaffeggiato di nuovo. Una voce ovattata si fa strada nella mia mente ancora confusa. “Davide…” “Selena? Sei tu? Dove mi trovo? Dio, l’ultima cosa che mi ricordo era Max Pezzali che giocava ai Pokémon sul mio cesso.” Pervaso da un lungo spasmo, spalanco gli occhi. Lui è ancora lì, ma tutto il resto di casa mia è scomparso. Intorno a me regna il nulla più assoluto, buio totale, come quando un videogioco si bugga e finisci nel vuoto oltre il…

  • Ansia,  Le nostre ricette

    L’amore ai tempi del Coronavirus

    La tensione è alle stelle.Le mani mi sudano, e anche se è ancora Febbraio sono pervaso da ondate di caldo che mi arroventano la faccia.Metto la mano a coppetta e mi alito nel palmo.Mh.Estraggo veloce una Frisk e me la butto in bocca. Facciamo due.Mai andare impreparati ad un primo appuntamento. È come andare in guerra.Alito freschissimo. Barba regolata al punto giusto. Capelli da copertina di Cioè, mi sono perfino fatto la maschera. Profumo regalato a Natale spianato per l’occasione. Bidet eseguito in maniera approfondita, perché dopotutto sono un inguaribile ottimista. Sai mai.Sono pronto, ma lei ancora non si vede. Una coppia di anziani trascinano un carrellino lungo via Rizzoli,…